es it fr de en pl
 Castello di Dębno

Castello di Dębno

Visita
Museo del Castello di Dębno, sezione del Museo Circondariale di Tarnów
Dębno 189
tel.: 0048 14 6658035

http://www.zamekdebno.pl

orario d‘apertura:
mar. e gio. 10.00–16.00
mer. e ven. 9.00–15.00
sab. e dom. 11.00–14.00
e nei mesiVII–VIII fino alle 18.00

Come arrivare Da Cracovia
(oltre 60 km), procedere verso est sulla strada n.4. Accanto all’entrata del castello è stato allestito un parcheggio gratuito. Esiste la possibilità di raggiungere questa località in autobus, partendo da Cracovia.

Ai piedi dello splendido castello di Dębno, ogni settembre, centinaia di cavalieri si sfidano a duello nelle loro armature scintillanti. Gli eroi combattono per la “Treccia dorata di Tarłówna", figlia di uno degli antichi proprietari della fortezza. Secondo la leggenda, il padre avrebbe murato la figlia in un torrione del castello, volendo punirla per essersi innamorata di uno dei servi. Sembra che il suo spirito compaia ancor oggi all’interno del castello sottoforma di dama bianca. Il torneo è reso ancor più avvincente dalle esibizioni di cascatori, dalle salve degli antichi cannoni, dalle esibizioni di prestigiatori "medievali”, da spettacoli teatrali e dalle esibizioni di ballerini impegnati nelle vecchie danze di corte. Il “Torno Cavalleresco Internazionale” di Dębno ha oltre dieci anni di tradizione ed è divenuto uno degli eventi più importanti del genere in Polonia.

Il castello di Dębno non deve essere necessariamente visitato durante il torneo. Questa residenza di cavalieri, caratterizzata dallo stile tardogotico, sorse tra il 1470 ed il 1480 per volere del castellano Jan Dębiński, membro della stirpe degli Odrowążowie, importante famiglia della regione. Gli edifici realizzati in mattoni, con dettagli in pietra riccamente decorati,  finestre racchiuse in cornici, pittoreschi aggetti ed imponenti portali, vanno a formare quattro ali, all’interno delle quali è racchiuso un piccolo cortile. I locali ospitano alcune importanti esposizioni museali. Tra le altre cose, è possibile ammirare arredi, quadri ed armi del periodo compreso tra il XVII ed il XIX sec. La cucina del castello, completa degli accessori originali, è un’ulteriore attrazione per i visitatori.

Cos’altro vale la pena di vedere?
A Dębno si può visitare un originale edificio tardogotico – la chiesa parrocchiale di S. Margherita, costruita tra il 1470 ed il 1504 grazie al contributo di Jan Dębińśki. All’interno del santuario a navata unica sono rimasti sette portali gotici, preziosi epitaffi, altari neogotici e la copia di un trittico gotico, la cui versione originale è attualmente conservata al Museo Nazionale di Cracovia.
Ritorna
 
Facebook
  • Program regionalny
  • województwo maloposkie
  • Unia Europejska
Il progetto é realizzato nell’ambito del Programma Operativo della Regione Malopolska e cofinanziato dall’Unione Europea, dal 2007 al 2013.