es it fr de en pl
Palazzo del Vescovo Erazmo Ciołek

Palazzo del Vescovo Erazmo Ciołek

ul. Kanonicza 17

Orario visite
Martedì – sabato : 10.00–18.00
Domenica: 10.00–16.00
lunedì: chiuso
Domenica sempre ingresso libero esposizione
Museo Nazionale di Cracovia.
www.muzeum.krakow.pl

La Galleria „Arte dell’Antica Polonia. XII-XVIII secolo” presenta le opere dell’arte polacca medioevale e moderna, provenienti dalla collezione, raccolta dal XIX secolo che sono presentate negli interni storici del Palazzo del Vescovo Erasmo Ciolek. La parte più importante dell’esposizione sono i quadri e le sculture gotiche, dal XIV all’inizio del XVI secolo, tra di essi l’Asinello delle Palme di Szydłowiec (dopo il 1500) o l`af- fascinante scultura della Madonna Krużlowa (circa 1410) come anche il più antico epitaffio polacco commemorante il cavagliere Wierzbieta di Branice. Nell’esposizione si possono ammirare i frammenti conservati delle più grandi pale d’altare della Polonia di allora, provenienti dalle chiese di Cracovia degli anni 60 del XVo secolo. Una delle sale della Galleria è stata dedicata all’opera del famoso scultore Veit Stoß e alle opere che sono nate sotto l’influsso della sua opera artistica. Sono una vera rarità i cassettoni di legno dipinto dell’ormai inesistente chiesa a Kozy presso Bielsko-Biała. Il periodo del rinascimento è rappresentato sia nella sua versione nordica (Hans Dürer, fratello di Albrecht), sia italiana (Giovanni Maria Padovano). Una delle parti più interessanti dell’esposizione dell’arte barocca è la sala dedicata alle usanze funebri vetero-polacche. Qui si possono ammirare tra l’altro i ritratti feretrali, che costituiscono un documento particolarmente interessante dell’epoca. L’esposizione si chiude con una ragguardevole raccolta di pittura ritrattistica polacca. La galleria „Arte della Chiesa Ortodossa nell’Antica Res pubblica” presente una collezione di icone poco conosciuta, ed è una delle più antiche e preziose raccolte di pittura ortodossa nell’Europa Centrale. Qui si trovano sopratutto opere provenienti dai confini sud orientali dell’antica Res pubblica. La parte più importante della raccolta è costituita da preziose icone del quindicesimo e sedicesimo secolo provenienti dalla regione dei Carpazi, definite anche come russe occidentali. Sono in mostra anche icone dell’epoca moderna, del XVII e XVIII secolo, nelle quali è visibile l’influenza dell’arte rinascimentale e barocca occidentale, accentuata particolarmente dopo l’unione della chiesa ortodossa in Polonia con Roma nel 1596. Sono presenti anche icone provenienti dai Balcani e dall’area dell’odierna Grecia, alcune provenivano addirittura dal santo monte Athos. Un elemento molto interessante dell`esposizione è parte dell’iconostasio di Lipowiec del distretto di Kiev. La sua meravigliosa struttura scolpita, completata con numerosi esempi di intaglio ortodosso, dona alle sale il carattere di vero interno di chiesa ortodossa. A completamento del esposizione ci sono oggetti legati alla liturgia orientale.
Ritorna
 
wszystkie galerie z muzeum
«
»
Facebook
  • Program regionalny
  • województwo maloposkie
  • Unia Europejska
Il progetto é realizzato nell’ambito del Programma Operativo della Regione Malopolska e cofinanziato dall’Unione Europea, dal 2007 al 2013.