es it fr de en pl
Museo di Stanisław Wyspiański sito nell’edificio degli Szołayski

Museo di Stanisław Wyspiański sito nell’edificio degli Szołayski

via Szczepańska 11

www.muzeum.krakow.pl
muz.sw@poland.com
Orario di visita:
mercoledì , giovedì , venerdì , sabato                           10.00 – 18.00
domenica 10.00 – 16.00
Lem ostre temporanee sono aperte di martedì             10.00 – 18.00
Il Museo si trova presso la casa di famiglia dei Szołayski, costruito nel secolo XVII,  ricostruito poi nei secoli XIX e XX. Venne dichiarato Museo Nazionale da Włodzimierz ed Adam Szołayski nel 1904, ed ha cominciato la sua attività  di museo nel 1928. Inizialmente (dal 1934) l'edificio fu sede del Reparto in memoria di Feliks „Mangghi" Jasieński, e successivamente dopo la guerra vi si istituì  la galleria d'arte medievale. Nel 2003 dopo una lunga ristrutturazione, l'edificio venne adibito a sede dell'esistente dal 1983 Museo di Stanisław Wyspiański, il quale fino al 2002 si trovava presso via Kanonicza 9.
La Galleria delle opere di Stanisław Wyspiański vanta la maggiore in tutta la Polonia collezione di lavori di questo famoso paesaggista e ritrattista, rappresentante del simbolismo e dell'espressionismo polacco, precursore della scuola nazionale della scenografia, della tipografia e dell'artigianato artistico.
Troviamo qui custodite tra le tante cose, progetti originali di interni, utensili artistici, autoritratti dell'artista e ritratti dei suoi amici, lavori legati al teatro ed alcuni progetti di vetrate. Nel Museo di Stanisław Wyspiański conosciamo il giovane mondo polacco e le creazioni di uno dei più  importanti artisti nazionali del periodo tra il secolo XIX ed il secolo XX. La sua vasta creatività  legata ad ogni filone artistico permette al visitatore di conoscere i migliori esempi della giovane pittura polacca, i progetti delle vetrate, le scenografie ed i costumi teatrali ed anche gli arredamenti tipici delle case durante il periodo secessivo.  Possiamo vedere gli originali mobili leggendari creati appositamente su richiesta di Tadeusz Boy Żeleński e sua moglie Zofia per la loro casa di Cracovia. Meritano sicuramente attenzione i progetti delle vetrate create per adornare gli interni della Casa della Società  dei Medici „Apollo", e quelle di „ Dio Padreiec" create per la chiesa dei Francescani di Cracovia. Sono anche esposti gli autoritratti di Wyspiański, i ritratti dei suoi amici e dei suoi figli, considerati icone della pittura secessiva polacca.
La seconda esposizione fissa „Feliks >> Manggha << Jasieński. Uno schizzo per il ritratto." é  dedicata ad uno dei più  importanti donatori del Museo. Raffigura essa l'atmosfera del suo appartamento cracoviense e rammenta anche le numerose amicizie di questo grandissimo collezionista e degli artisti dell'epoca della Polonia Giovane. Abbiamo la possibilità  di vedere ritratti dipinti per mano dei più  famosi artisti polacchi quali: Józef Pankiewicz, Władysław Podkowiński, Leon Wyczółkowski. I mobili, le sculture, le stoffe, l'artigianato artistico e tutti gli altri oggetti, appartenenti un tempo al collezionista, rendono perfettamente l'idea di come fossero gli appartamenti durante il periodo secessivo.
La Cracovia dei tempi di Wyspiański é  possibile vederla presso la galleria fotografica sita nell'androne ed opera di Ignacy Krieger.
Ritorna
 
PER I VISITATORI OFFERTA DI INCONTRI
wszystkie galerie z muzeum
Facebook
  • Program regionalny
  • województwo maloposkie
  • Unia Europejska
Il progetto é realizzato nell’ambito del Programma Operativo della Regione Malopolska e cofinanziato dall’Unione Europea, dal 2007 al 2013.