es it fr de en pl
  Museo Archeologico di Cracovia

Museo Archeologico di Cracovia

ul. Senacka 3 (entrata da ul. Poselska)
Orario visite
IX-VI:
Lunedì - mercoledì: 9.00–14.00
Giovedi: 14.00–18.00
Venerdì, domenica: 10.00–14.00
Sabato: chiuso
VII-VIII:
Lunedì, mercoledì, venerdì: 9.00–14.00
Martedì, giovedì: 14.00–18.00
Domenica: 10.00–14.00
Sabato: chiuso
www.ma.krakow.pl
Il Museo Archeologico di Cracovia si trova all’angolo delle vie Poselska e Senacka, nel complesso di edifici di san Michele. Nel periodo dal IX al XIII secolo, in quest’area ergevano le fortificazioni di legno e terra di Okol, poi dal XIV secolo le mura difensive della città. I resti di qu- este fortificazioni si sono conservati nei sotterranei del Museo. Dal XVII secolo c’era qui un convento di carmelitani scalzi, poi durante le spartizioni, le autorità austriache hanno adattato l’edificio a prigione. Il Museo Archeologico di Cracovia possiede nelle sue raccolte circa 500 reperti storici. Tra i più interessanti citiamo: La mummia Aset-iri-khet-es, esposta nell’esposizione fissa „gli dei dell’antico Egitto”. La parte più preziosa e appariscente della raccolta egizia è costituita da quattro sarcofagi provenienti dagli scavi di el-Gamhud, condotti negli anni 1907-1908 da Tadeusza Smoleński, il primo egittologo e coptologo polacco. Uno dei sarcofagi appartiene alla sacerdotessa di Iside Aset-iri-khet-es. Sulla sua mummia c’era un prezioso sarcofago, che nell’antichità è stato seriamente danneggiato da ladri alla ricerca di preziosi. Attualmente il sarcofago, dopo il restauro, è s stato sistemato in un espositore separato. Il tesoro del Museo è la scultura in pietra di Światowid di Zbrucz (IX/X sec.) il più prezioso monumento della Slavia precristiana. È considerata come immagine di una divinità del culto religioso degli Slavi. Comunemente si ritiene che raffiguri Świętowit, re del sole, del fuoco, della guerra e della prosperità. La scultura quadrilatera in pietra, ha un’altezza di 257 cm, e termina con la rappresentazione di una figura dai quattro volti con copricapo. Le scene, disposte su tre piani, vengono interpretate come simbolizzanti le stagioni o la gerarchia sociale.
Ritorna
 
wszystkie galerie z muzeum
«
»

Aktualnosci

Facebook
  • Program regionalny
  • województwo maloposkie
  • Unia Europejska
Il progetto é realizzato nell’ambito del Programma Operativo della Regione Malopolska e cofinanziato dall’Unione Europea, dal 2007 al 2013.