es it fr de en pl
  Museo Etnografico di Cracovia in memoria di Seweryn Udziela Edificio Principale – Palazzo Comunale

Museo Etnografico di Cracovia in memoria di Seweryn Udziela Edificio Principale – Palazzo Comunale

Palazzo principale – Municipio
pl. Wolnica 1

Edificio “Esterka”
ul. Krakowska 46

Orario visite:
Lunedì: chiuso
Martedì, mercoledì, venerdì, sabato:
11.00–19.00
Giovedì: 11.00–21.00
Domenica: 11.00–15.00

www.etnomuzeum.eu
sekretariat@etnomuzeum.eu

Il Museo è sorto nel 1911 su iniziativa di Seweryn Udziela, insegnante, etnografo, appassionato e collezionista. E’ situato nell’edificio del vecchio municipio della città di Kazimierz, eretto nel XV sec. In stile gotico, ampliato poi nei secoli successivi in stile rinascimentale. Nel municipio viene presentata una mostra di cultura popolare polacca, mentre nel secondo edificio, la cosiddetta “Esterka”, nelle cantine dalle belle volte del XVI sec. vengono allestite delle mostre temporanee. Le raccolte, alla cui origine si trova la collezione di Seweryn Udziela, comprendono attualmente più di 80.000 oggetti, la maggior parte dei quali risale alla fine del XIX sec. ed all’inizio del XX. Prevalgono le collezioni polacche, notevoli però sono pure gli oggetti provenienti da altri paesi europei, per lo più slavi, ma anche extraeuropei, molti dei quali sono stati donati da viaggiatori e studiosi polacchi. Il Museo possiede inoltre un ricco archivio con diverse migliaia di foto, lastre di vetro, manoscritti e disegni, oltre ad una biblioteca specialistica, nella quale fra più di 30.000 mila volumi si trovano anche dei pezzi unici. I principali centri della vita letteraria ed artistica della Giovane Polonia si trovavano nella regione della Małopolska. Il tratto caratteristico di questo movimento era dato dalla speciale attenzione per la cultura contadina, il che diede luogo alla cosiddetta “contadinomania”, un fenomeno artistico ed intellettuale che ebbe largo successo tra gli intellettuali polacchi. E’ probabile che Seweryn Udziela, il creatore del Museo Etnografico di Cracovia, fosse sotto il forte influsso di questa moda quando intraprese la realizzazione delle sue collezioni etnografiche. Per questo il Mueo costituisce un esempio di prim’ordine della diffusione in ampi circoli sociali dell’interesse e del fascino per la cultura contadina tipici della Giovane Polonia. Senza tale fascinazione non ci sarebbe stato il bisogno sociale di creare un’istituzione come questa nel 1911! Giusto all’inizio della visita al Museo ci imbattiamo nel modello di casa di Błażej Czepiec, che partecipò alle nozze di Lucjan Rydel con Jadwiga Mikłajczykówna nel 1900. Il modello venne realizzato nel 1901 sotto la direzione di Włodzimierz Tetmajer. Subito dopo, passando all’interno della stanza cracoviana e successivamente ammirando i pittoreschi indumenti cracoviani, tra i quali in particolare il vestito da sposa, ci viene in mente l’opera “Wesele” di Stanisław Wyspiański. Osservando la stanza del Podhale, un modello di casa di montagna, il follone, la capanna dei pastori e gli abiti montanari, ci rendiamo conto che gli autori della Giovane Polonia sentivano altrettanto forte il fascino della cultura montanara. Fu infatti nel periodo della Giovane Polonia che Stanisław Wyspiański diede vita al cosiddetto “stile di Zakopane”, basato sulle architetture e sulle decorazioni dei montanari. I pittoreschi abiti a strisce di Łowicz ci fanno invece venire in mente le figure di Jagna e Maciej Boryna, gli eroi di “Chłopy” di Władysław Reymont”, uno dei maggiori artisti della letteratura della Giovane Polonia. Il Museo Etnografico “Seweryn Udziela”, una specie di culla della cultura contadina a Cracovia, vi invita ad ammirare le sue preziosissime raccolte, che consentono di comprendere il fascino che il folklore locale con il suo vigore e la sua vitalità esercitò sugli artisti della Giovane Polonia, che vi scorsero l’antidoto alla stagnazione ed alla crisi culturale che coinvolse gli intellettuali polacchi tra la fine del XIX e l’inizio del XX sec.
Ritorna
 
wszystkie galerie z muzeum
«
»

Aktualnosci

Facebook
  • Program regionalny
  • województwo maloposkie
  • Unia Europejska
Il progetto é realizzato nell’ambito del Programma Operativo della Regione Malopolska e cofinanziato dall’Unione Europea, dal 2007 al 2013.