es it fr de en pl
  Museo Etnografico di Cracovia in memoria di Seweryn Udziela Edificio Principale – Palazzo Comunale

Museo Etnografico di Cracovia in memoria di Seweryn Udziela Edificio Principale – Palazzo Comunale

Palazzo principale – Municipio
pl. Wolnica 1

Edificio “Esterka”
ul. Krakowska 46

Orario visite:
Lunedì: chiuso
Martedì, mercoledì, venerdì, sabato:
11.00–19.00
Giovedì: 11.00–21.00
Domenica: 11.00–15.00

www.etnomuzeum.eu
sekretariat@etnomuzeum.eu
Il Museo si trova nell’edificio del vecchio municipio della città di Kazimierz, eretto nel XV sec. in stile gotico ed ampliato in stile rinascimentale nei secoli successivi. Nel Municipio viene presentata una mostra sulla cultura popolare polacca e nel secondo edificio, la cosiddetta “Esterka”, nelle cantine cinquecentesche dalle belle volte vengono allestite delle mostre temporanee. Il Museo sorse nel 1911 su iniziativa di Seweryn Udziela, insegnante, etnografo, appasionato e collezionista, desideroso di salvare dall’oblio la cultura popolare. Le raccolte, alla cui origine si trova la collezione di Seweryn Udziela, comprendono attualmente più di 80.000 oggetti, la maggior parte dei quali risale alla fine del XIX sec. ed all’inizio del XX. Prevalgono le collezioni polacche, notevoli però sono pure gli oggetti provenienti da altri paesi europei, per lo più slavi, ma anche extraeuropei, molti dei quali sono stati donati da viaggiatori e studiosi polacchi. Il Museo possiede inoltre un ricco archivio con diverse migliaia di foto, lastre di vetro, manoscritti e disegni, oltre ad una biblioteca specialistica, nella quale fra più di 30.000 mila volumi si trovano anche dei pezzi unici. Il Museo Etnografico con le sue due sedi, il Municipo e l’Esterka, che si trovano sull’area dell’antica piazza del mercato di Kazimierz, è legato alle tradizioni di questo quartiere che in passato era abitato prevalentemente da una popolazione ebraica. Nel palazzo detto “Esterka” secondo la leggenda abitava un tempo un’amante del re Casimiro il Grande, l’ebrea Esterka. Nel Municipio, invece, all’epoca della Repubblica Cracoviana si trovava una scuola popolare mantenuta dalla comunità ebraica, inaugurata nel 1830 e nel 1837 trasformata in una scuola per l’industria ed il commercio, con classi separate maschili e femminili. Sulla parete orientale del Municipio si trova un bassorilievo che ricorda l’“Arrivo degli ebrei in Polonia nel medioevo”, eseguito nel 1907 dallo scultore e pittore Henryk (Herschel) Hochman (1881-1943). Il bassorilievo, rinvenuto nel Museo Nazionale di Varsavia, è stato murato nel 1966 su iniziativa delle autorità della città di Cracovia al posto di un altro simile che era stato eseguito da questo stesso artista e che era stato finanziato nel 1910 dalla Comunità Ebraica di Cracovia, un’opera che andò distrutta durante la seconda guerra mondiale per mano dei tedeschi. Vale poi la pena fare un salto nel Museo che nella mostra permanente illustra la cultura della campagna polacca, nella quale gli ebrei erano presenti come gestori di osterie e di negozi, come venditori ambulanti o artigiani, intermediari tra il mondo di fuori e la campagna, alla quale portavano non solo merci, ma anche notizie e novità di vario genere.
Ritorna
 
wszystkie galerie z muzeum
«
»

Aktualnosci

Facebook
  • Program regionalny
  • województwo maloposkie
  • Unia Europejska
Il progetto é realizzato nell’ambito del Programma Operativo della Regione Malopolska e cofinanziato dall’Unione Europea, dal 2007 al 2013.