es it fr de en pl
Castello di Nowy Wiśnicz

Castello di Nowy Wiśnicz

Visita Castello di Nowy Wiśnicz, orario di apertura: IV-X lun.-gio. 9.00-16.00, ven. 9.00-17.00, sab. 10.00-17.00, dom. e giorni festivi 10.00-18.00, XI-III ogni giorno 9.00-16.00. Il castello è attualmente gestito dal comune di Nowy Wiśnicz.
Come arrivare Da Cracovia (45 km), percorrere la strada E40 verso sud-est (fino a Bochnia), successivamente, imboccare la strada n.965 e dirigersi verso sud. Esiste la possibilità di fruire di un parcheggio gratuito situato nelle immediate vicinanze dell'entrata dell'edificio.
La maestosa residenza dei Kmitowie e dei Lubomirscy, situata a Nowy Wiśnicz, affascina ancor'oggi i visitatori. Ci possiamo soltanto immaginare le ricchezze che conteneva, poiché durante il "diluvio universale", nel 1655, gli Svedesi necessitarono di 150 carri per trasportare il bottino. E pensare che, avendo a cuore il bene del castello, il presidio che lo occupava lo concesse al nemico senza combattere, pur disponendo di 600 soldati mercenari perfettamente armati, di 80 cannoni collocati su moderni bastioni e di una scorta di munizioni e viveri per 3 anni!
Gli inizi del castello risalgono al XV sec., quando i rappresentanti della stirpe Kmitowie decisero di erigere qui la propria roccaforte.  La trasformazione rinascimentale, avvenuta a metà del XVI sec., fu realizzata su iniziativa di Piotr Kmita; in questo periodo, tra le altre cose, vennero costruite due nuove torri e fu aggiunto un piano. Dopo il 1593, il castello fu acquistato dai rappresentanti della famiglia Lubomirscy. A metà del XVII sec., Stanisław Lubomirski circondò la costruzione rinascimentale con bastioni, ottenendo una residenza del tipo definito palazzo in fortezza. I lavori furono diretti dall'architetto italiano Matteo Trapola, la cui abitazione è ancor oggi visibile sulla piazza del mercato di Wiśnicz.
Attualmente, all'interno del castello (nuovamente sotto il controllo della famiglia Lubomirscy), sono in corso, ormai da molti anni, lavori di restauro, mentre parte degli interni è stata aperta al pubblico. Nella fortezza, tra le altre cose, sono stati esposti plastici dei castelli più conosciuti della regione (ad es. quelli di  Wawel, Pieskowa Skała, Niedzica e di Nowy Wiśnicz).

Ritorna
 
PER I VISITATORI
Facebook
  • Program regionalny
  • województwo maloposkie
  • Unia Europejska
Il progetto é realizzato nell’ambito del Programma Operativo della Regione Malopolska e cofinanziato dall’Unione Europea, dal 2007 al 2013.